A TORINO 2 LOCALI CON VISTA MOZZAFIATO SUL TETTO DEL LINGOTTO

 

Il tetto del Lingotto è senza dubbio uno dei posti da segnare tra le mete da non perdere per chiunque abbia in programma una visita a Torino

E non solo per la vista spettacolare a 360° sulla città, circondata dal Monviso e dalle Alpi, la Sacra di San Michele, la collina torinese, la Basilica di Superga, la Mole Antonelliana, il Monte dei cappuccini, il catello di Moncalieri…lingotto terrazzo

Il tetto ospita anche la storica pista di collaudo della FIAT. Unica nel suo genere, la pista asfaltata di collaudo della autovetture, costruita direttamente sul tetto della fabbrica, fu realizzata già nel periodo 1926-1927 con la nota forma ad anello e le due curve paraboliche sulle estremità studiate in modo da poter essere affrontate con velocità fino a 90 km/h, quando al tempo la velocità di punta delle automobili era di 70 km/h. Un’opera tanto innovativa da essere ripresa da Le Corbusier nel suo celebre Vers une architecture (1923).

Da qualche mese l’architetto e paesaggista Benedetto Camerana ha realizzato un grande intervento verde sul tetto di un'importante struttura di Torino, storica capitale industriale d'Italia. La Pista500, questo il nome dell’intervento, ha trasformato il tetto della vecchia pista di collaudo del Lingotto, l’ex stabilimento Fiat, in un'oasi sostenibile: un grande giardino sospeso ( il più grande d’Europa), con più di 40.000 piante appartenenti a 300 specie e...

Leggi tutto ...

Ostu di djun

 internorist Il vero Oste del Roero dove ai tavoli  serve il vino in Magnum

"A noi piace l'idea dell'Osteria di un tempo e vogliamo continuare così". Da 28 anni Luciano Marsagliaistrionico proprietario del Ristorante Ostu di Djun di Castagnito è l'oste perfetto, fatto a persona. "Tra i tavoli - prosegue - si fanno nuove amicizie, ci si scambia  il vino. E' la nostra prerogativa, non si viene solo per mangiare qui da noi".interno con moto
I piatti sono ricchi di sapori che sanno trasmettere perfettamente l'identità del territorio ma è l'atmosfera che si respira a fare non solo da contorno: l'integrazione e la convivialità sono gli elementi basilari per sentirsi "a casa", accolti e coccolati...

Leggi tutto ...

Street food palermitano in stile liberty nel cuore di Torino

anticafocacceriaAntica Focacceria S. Francesco arriva nel capoluogo piemontese e lo fa con stile

Un’apertura annunciata e tanto attesa che finalmente ha dato i suoi frutti: il 29 aprile le porte dell’Antica Focacceria S. Francesco si sono aperte al pubblico torinese in Via Principe Amedeo, ad angolo con la piu famosa Piazza Carignano. Una location indubbiamente prestigiosa e pretenziosa in una delle piazze più belle della città, a pochi passi - fisicamente una ventina - dal Teatro Carignano, il ristorante cavouriano Il Cambio e la gelateria Pepino quella del famoso "pinguino"... tre istituzioni storiche di Torino per intenderci. Ed infine, ma non per ultimo,  significativa la posizione dell'Antica Focacceria S.Francesco...

Leggi tutto ...

Il pane puro di Pan Bianch



Sergio Ferrua e Davide Di Filippantonio dietro il bancone di Pan Bianch 1 Sono l’ultima novità di Pan Bianch. I Puri, una linea di pani che apre un nuovo capitolo del dinamico laboratorio pinerolese


A Pinerolo c’è un laboratorio del gusto dove dalle sapienti mani dei proprietari, Davide Di Filippantonio e Sergio Ferrua, esperti panificatori e pasticcieri che dal 2020 hanno unito le proprie forze ed esperienze, nascono e si evolvono piccole meraviglie.puro 2
L’ultima novità è la linea "I Puri", pani ottenuti da farine macinate a pietra, a basso contenuto di glutine. Proposti per ora in 3 versioni: l'integrale, il 9 cereali e farro in purezza.
Ogni pane nasce dalla la scelta meditata di utilizzo di materie prime di qualità, farine selezionate...

Leggi tutto ...

ROMA, "FUORINORMA" ALL'OSTIENSE

federico IavicoliLA CUCINA SEMPLICE, SANA E SECONDO STAGIONE

Archiviata l'esperienza di "Spasso", il locale di via Appia Nuova che fu pioniere di innovative proposte di consumo, e dopo una lunga esperienza nelle cucine di esotici resort africani, Federico Iavicoli si presenta ai gourmet romani con il suo nuovo locale, "Fuorinorma", a un passo dalla Piramide Cestia, in Via Giulietti.

Si arricchisce così la proposta del fiorente distretto gastronomico del Quartiere Ostiense e, dalle tante esperienze di questo chef-gastronomo-imprenditore, emerge e si conferma il principio cardine della sua idea gastronomica di sempre: altissima qualità al giusto prezzo. Ad affiancarlo nella nuova avventura come socio è Valerio De Santis mentre la chef...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....