il territorio della Valpolicella al Festival Collisioni Barolo 2016

  L’Associazione “Le Famiglie dell’Amarone d’Arte” rappresentante ufficiale per la Valpolicella

 

 

 Ai nastri di partenza Collisioni Barolo, il festival Agri-rock di letteratura, musica ed eccellenze enogastronomiche in programma a Barolo dal 14 al 18 luglio. Sabato 16 e domenica 17 luglio , accanto ai concerti e agli incontri con i protagonisti della musica e della cultura italiana e internazionale, è prevista anche una vera e propria maratona di specialità enogastronomiche provenienti dalle colline e dalle campagne d’Italia, in un tour di degustazioni, assaggi e accostamenti arditi vino-cibo.

Alla rassegna enogastronomica Winemarathon, aperta al pubblico, si aggiungono prestigiose Masterclass, parti essenziali del Progetto Vino di Collisioni,alle quali sono invitati esperti nazionali ed internazionali. Ben 50 gli ospiti presenti al Progetto Vino, in qualità di Opinion Leader e Sommelier internazionali: special Guest sarà Antonio Galloni, uno dei più influenti giornalisti internazionali del vino, proveniente 

dagli Stati Uniti.Una serie di appuntamenti dedicati, dunque, alle eccellenze del made in Italy, fortemente voluti da Ian D’Agata, Direttore Creativo del Progetto Vino di Collisioni e Direttore scientifico di Vinitaly International.

Protagoniste saranno le più prestigiose cantine provenienti dalle diverse regioni d’Italia, tra cui le Famiglie dell’Amarone, rappresentate da 8 aziende Allegrini, Masi, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant’Antonio, Tommasi, Venturini e...

Leggi tutto ...

Pantelleria diventa Parco Nazionale, il primo in Sicilia

  Riconosciuta l’unicità di un territorio straordinario per la viticoltura italiana ed europea. Dopo i drammatici roghi delle settimane scorse, l’iter per l’istituzione del Parco voluto dall’Amministrazione Comunale e da un consistente movimento d’opinione, ha trovato il via libera della Regione Siciliana e infine quello del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. Pantelleria diventa così Parco Nazionale, con le stesse opportunità di tutela di altri parchi dove è praticata la viticoltura eroica come quello delle Cinque Terre, in Liguria.

Grande è la soddisfazione dell’azienda siciliana Donna Fugata per l’importanza della decisione del Governo. “Una scelta di civiltà e di rispetto dell'identità di...

Leggi tutto ...

Piceno Open:Un’anteprima di successo

    Anche quest’anno, per la 3° edizione, protagonisti indiscussi sono stati i vini DOC e DOCG del territorio piceno. Sede naturale ed eletta della manifestazione, è stata ancora il monumentale edificio dell’ex Convento di San Francesco, che ospita la rinomata Enoteca Regionale delle Marche.  

l’Anteprima Piceno Open, svoltasi dal 27 al 29 aprile, organizzata dalla cooperativa Vinea - e quest’anno con la collaborazione del  Consorzio Tutela vini Piceni - è stata anche l’occasione per confermare un positivo bilancio dell’impegno dei produttori verso la qualità. L'obiettivo di Vinea, cui aderiscono quasi 600 aziende del territorio di Ascoli Piceno, è quello di promuovere i prodotti a denominazione di origine controllata e quelli derivanti da...

Leggi tutto ...

È siciliano il campione del Mondo dei vini bianchi 2016


Grande successo per i vini italiani. L’etichetta di CVA Canicattì ottiene il punteggio più elevato nella categoria “Vini Bianchi” e conquista La Gran Medaglia d’oro del XXIII Concours Mondial de Bruxelles


È autenticamente “Born in Sicily” il vino bianco Campione del Mondo del 2016. È l’Aquilae Grillo Bio 2015 di CVA Canicattì, che grazie ad uno strepitoso punteggio conquista la Gran Medaglia d’oro e il titolo di “Vino Bianco Rivelazione” del XXIII Concours Mondial de Bruxelles, da sempre ritenuto, per la giuria e la scientificità del suo giudizio il “Campionato Mondiale dei Vini”. A questo grande titolo, CVA Canicattì aggiunge una medaglia d’argento conquistata dall’Aquilae Catarratto 2015.
Un trionfo che rende merito al gran lavoro...

Leggi tutto ...

Schola Sarmenti a Nardò

 

                     storia di radici profonde

 La Coltura è biologica, la potatura verde e, di conseguenza, si rinuncia ad una dose massiccia di quantità per preferire la raccolta manuale ed una scelta in cantina dei grappoli migliori. Preservare un’antica tecnica di allevamento, quella dell’alberello pugliese. Questa è la filosofia della Azienda salentina di Nardò Schola Sarmenti, a ridosso del Mar Jonio, i cui vigneti, già presenti dal Neolitico, hanno un'ottima vocazione alla coltura della vigna grazie alla ricchezza del suolo.

Oggi Nardò si puo' considerare senza dubbio uno dei punti di riferimento del vino italiano nel mondo e l’Azienda raccoglie l'eredità della terra neretina, facendo tesoro degli insegnamenti e dei valori...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....