La Dea Athena al MUAC Museo archeologico Castro

 

Dall’età del Bronzo al periodo messapico, passando dai Romani e bizantini. Un gioiello con vista mare da busto minervavisitare

 

Riaperto nell’estate 2016, dopo una completa ristrutturazione, il nuovo Museo Archeologico di Castro non smette di promettere sorprese. Del resto la bella cittadina salentina sorge su un’area che custodisce importantissime testimonianze del passato. L’allestimento, curato da esperti sotto la supervisione della Soprintendenza di Taranto, si sviluppa ormai su tutto lo spazio interno del suggestivo Castello aragonese .
Il museo nasce nel 2009 come piccola esposizione per raccogliere i primi rinvenimenti di quegli anni in una ridotta saletta intorno al famoso bronzetto della dea Athena ed alcune epigrafi messapiche, ma fin da subito si è rivelato inadeguato al notevole afflusso di reperti e scoperte delle numerose campagne di scavo intorno alla vecchia cinta muraria aragonese e sulle aree di primo insediamento dell’Età del Bronzo.

Nel 2015 gli scavi hanno portato alla luce il busto di una statua della dea Athena, o Minerva nella corrispondenza tra divinità greca e romana,  in pietra leccese (altezza ricostruita metri 3,50), databile al IV secolo a.C., che può considerarsi la più grande statua di culto della Magna Grecia. Sono stati trovati numerosi frammenti architettonici: parte del frontone, colonne, architravi e cornici. Tutti questi elementi permettono di...

Leggi tutto ...

Pasqua 2017 in Riviera Romagnola

pasqua al mare “prove generali” di stagione turistica

Si apre ufficialmente con il weekend pasquale (15-17aprile) la stagione turistica della Riviera Romagnola, con tanti appuntamenti all’aria aperta – Tra gli appuntamenti Le Vele di Pasqua a Cesenatico e il “Paganello” a Rimini

Nel weekend pasquale (15-17 aprile) la Riviera Romagnola  fa le prove generali della stagione turistica: i parchi divertimento sono tutti pronti ad accogliere gli ospiti, gli stabilimenti balneari aprono gli ombrelloni, i ristoranti e bar allestiscono i loro dehors, verande e pedane all’aperto, e non c’è che l’imbarazzo della scelta, lungo i 110 km di costa e nell’entroterra, tra gli...

Leggi tutto ...

IL CIELO DI MILANO SI TINGE DI MILLE COLORI

 
 IL FESTIVAL DEL VOLO
EXPerience Milano 2017 dal 2 al 4 giugno

  Un volo emozionante proiettato verso il futuro, senza dimenticare l’importante eredità del genio umano e delle epiche imprese del passato, nel magico scenario di variopinte mongolfiere e favolosi palloni a gas. 
Il Festival del Volo fa capolino nell’esclusivo parco EXPerience, con il suo suggestivo Albero della Vita, e replica ed amplia

l'avvin​cente spettacolo della sua prima edizione svoltasi nella verde cornice del Parco di Monza. Dal 2 al 4 giugno prossimi, il Festival, che nel 2016 ha attirato visitatori da ogni parte d’Italia, coinciderà con la straordinaria apertura del primo weekend di giugno di EXPerience Milano 2017, il Parco divertimenti che offre a  grandi e...

Leggi tutto ...

I Fori dopo i Fori

 

La vita quotidiana nell’area dei Fori Imperiali dopo l’antichità

 Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali

Fino al 10 settembre 2017

 

 

Il più grande “cantiere moderno dell’antichità”. L'area in cui sorgevano i Fori Imperiali, cuore antico della città di Roma e complesso architettonico unico al mondo per vastità e continuità urbanistica, è stata oggetto di un’attività di scavo, studio e ricerca straordinariamente intensa nel corso del tempo. In particolare, gli scavi archeologici realizzati negli ultimi venticinque anni hanno portato alla luce un tesoro prezioso. Il rinvenimento di un’eccezionale varietà di reperti, in alcuni casi unici, ha permesso, infatti, di ampliare le conoscenze sulle vicende del sito nel periodo...

Leggi tutto ...

VA IN SCENA A SAMPEYRE LA TRADIZIONALE "BAÍO"

  La Baìo è una rappresentazione storica che si svolge a Sampeyre (Cn) ed in diverse borgate del Comune, per ricordare la cacciata dei Saraceni, avvenuta intorno dell’anno mille (le diverse fonti storiche riporterebbero a date comprese fra il 975 ed il 980). In quell’occasione gli abitanti di ciascuna borgata formarono dei piccoli eserciti che si unirono tutti insieme a respingere il nemico comune. La parola Baìo oggi indica sia ciascuno di questi eserciti di borgata sia la manifestazione in sé.
Le Baìo sono quattro: la Baìo di Rore, quella di Calchesio, quella di Villar (frazioni di Sampeyre) e la Baìo di Sampeyre (capoluogo).

La rappresentazione si tiene ogni cinque anni, negli anni che finiscono per 2 e per 7, nelle settimane che...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....