“C’era una volta il libro”


16 e 17 febbraio 2019

Cesena capitale del libro e della stampa per un weekendfiera libro cesena

Umberto Galimberti ospite d’onore della manifestazione: “La cura al nichilismo attivo di oggi, sono i libri”

 

Chiara Casanova Ci saranno i libri antichi, quelli la cui rarità e bellezza fa da controcanto al loro pregio, ci sarà la cartografia d'epoca e i capolavori incisi degli Antichi Maestri per la gioia dei collezionisti, ma ad affiancare l'antiquariato librario in questa VII edizione di C'era una volta... il libro sarà, imponente, anche il ‘900. Libri più o meno datati, rari e talvolta introvabili – come prime edizioni o fuori catalogo -, altre volte più semplicemente imperdibili occasioni per lettori affamati sempre a caccia di nuovi volumi da aggiungere alla propria libreria.

Il prestigio della manifestazione, la più importante dell’Emilia Romagna, in programma il 16 e 17 febbraio a Cesena Fiera, non cambia: attesi nella città che fu di Malatesta Novello, padre della prima biblioteca civica al mondo, circa 70 espositori attentamente selezionati per un’offerta espositiva italiana ed estera di qualità.

Diverse le curiosità in esposizione e vendita, tra queste le più importanti opere del padre dell'Anatomia patologica moderna, Giovan Battista Morgagni, a cui di recente è stata dedicato anche una docufiction. In particolare, tra i banchi di C’era una volta… il...

Leggi tutto ...

Una famiglia in Etiopia al tempo dell’Impero Italiano

 

franza zoccoli2“La casa del Balambaràs”
 

 

La storia registra le guerre: numeri, dati, bilanci, vittorie o sconfitte. Ma a raccontare quello che veramente è un conflitto sono i popoli, le persone che si trovano dall'una o dall'altra parte, costrette a fare del male o a subirlo. E' solo la storia minore, il racconto dei protagonisti che ci dà la dimensione di quello che è davvero. Franca Zoccoli ha provato a parlarne nel suo libro La casa del Balambaràs” con la sua esperienza diretta, molti anni dopo. E' stata una guerra tra le più sanguinose e inutili: la conquista dell’ Africa Orientale Italiana. 
Siamo in Etiopia, ad...

Leggi tutto ...

GUIDA ALLA VIA DEGLI DEI


500x Guida alla Via degli Dei Da Bologna a Firenze e ritorno
 di Simone Frignani

A piedi o in bici da piazza Maggiore a piazza della Signoria: sei giorni lungo i basolati
romani della Flaminia Militare, immersi nei boschi secolari di faggi e castagni, sfiorando cime
dedicate ad antiche divinità, come il monte Adone e il monte Venere.
Tra le principali attrattive dell’Appennino, la Via degli Dei è la meta perfetta per gli amanti del
trekking e della mountain bike.
E' una guida completa, con un tracciato descritto in entrambe le direzioni, le mappe dettagliate, le
altimetrie, i dislivelli e le indicazioni su dove dormire (anche in tenda). Inoltre, gli approfondimenti
storici e artistici e le località più significative da visitare.
...

Leggi tutto ...

L'Altra Romagna en plein air

 

un territorio per il turismo itinerante in camper, caravan, tende

guida camper roy

 

31 Comuni del faentino, forlivese e cesenate aprono le porte

al viaggiatore che entra in sintonia con lo spirito dei luoghi

 

40 punti sosta camper, 15 aree attrezzate, 6 camper service: 31 Comuni romagnoli dei territori faentino, forlivese e cesenate (25 pedecollinari e montani appartenenti all’area Gal, più 6 Comuni limitrofi sull’asse della Via Emilia: Forlì, Forlimpopoli, Bertinoro, Cesena, Gambettola e Longiano) si mettono a sistema per presentare al folto popolo dei camperisti una offerta integrata, diversificata e quattrostagioni, arricchita altresì dall’offerta privata.

Sono 23 (al...

Leggi tutto ...

LA STORIA DI UNA VERITÀ NEGATA AL GRAND HOTEL MAJESTIC DI BOLOGNA


Partigiano franco  IL PARTIGIANO FRANCO PASSARELLA

 

A Bologna, il Grand Hotel Majestic “già Baglioni” si riconferma luogo di cultura e memoria: mercoledì 7 marzo appuntamento con il libro della giornalista Anna Maria Catano: la ricostruzione fedele della breve esistenza del giovane che si conclude con una morte “scandalosa” e taciuta.

Aveva 18 anni appena ma la mente e il cuore pieni di sogni e ideali. Se n’è andato così il partigiano Franco Passarella, il 25 giugno del ’44. Una storia, la sua, sepolta dal tempo e dall’oblio. A raccontarla la nipote Anna Maria Catano, firma del Corriere della Sera, ospite del Grand Hotel Majestic  “già Baglioni”.

...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....