Salento tra Sacro e Profano

Dalle spiagge affollate e piene di ritmo al turismo lento e silenzioso

il faro di capoPrevisto un pellegrinaggio in notturna fino al Santuario di Santa Maria di Leuca il 14 agosto

Mentre sulle spiagge impazza la movida e si balla tra happy hour, cocktails e musica a tutto volume per la gioia di giovani e giovanissimi, nel Capo di Leuca si può vivere una vacanza all’insegna del turismo lento, fatto di silenzi e pace interiore: riscoprendo la via dei pellegrinaggi che da Roma portavano fino a Santa Maria di Leuca, ai confini del mondo, attraversando sentieri selvaggi dove la natura è incontaminata.

L’itinerario è stato provato con successo da alcuni giornalisti italiani e francesi, ospiti di un educational organizzato dall’Unione dei Comuni Terra di Leuca, grazie al bando ospitalità della Regione Puglia, in partenariato con la rivista di turismo e cultura del Mediterraneo, Spiagge, diretta da Carmen Mancarella (www.mediterraneantourism.it). A guidare il gruppo sono state le guide esperte riconosciute dalla Regione Puglia Marco Cavalera, Stefano Cortese e Gianluca Tonti, accompagnati dalle Interpreti (per i giornalisti francesi) Sylvie e Isabelle Delle Rose. Responsabile del procedimento amministrativo Donatello Chiarello.

Le vie dei pellegrinaggi - spiega il presidente dell’Unione, Luca Durante - sono il pretesto per valorizzare paesaggi mozzafiato, piccoli borghi e santuari dove il tempo sembra essersi...

Leggi tutto ...

Un fine settimana immersi tra fiori e piante rare a Telarolo di Castellarano

Borgo Plantarum19702068 1257362691053479 8036318652724228864 n

16-17 settembre 2017

 

Il seicentesco Borgo Antico le Viole, situato in pieno territorio matildico nel verde delle colline tra Reggio Emila e Modena diventerà per due giorni, sabato 16 e domenica 17 settembre, un vero e proprio Giardino dell’Eden per tutti gli appassionati di giardinaggio. L’antico complesso architettonico sarà, infatti, completamente invaso dai fiori e dalle piante di Borgo Plantarum,garden show curato da Carlo Contesso, designer e collaboratore del Corriere della Sera e di Gardeniae realizzato con il patrocinio del Comune di Castellarano e il contributo di Adipa Emilia Romagna, LIPU Sezione Reggio Emilia e Associazione Giardino Botanico...

Leggi tutto ...

Iniziano le vacanze nel Salento dei due mari

wcastro areaarcheologicaCastro: Antico borgo tra Acropoli e resti del tempio dove scorre musica a fiumi tra mille luci colorate

In un tratto di costa tra i più suggestivi del Salento c’è un antico borgo, a 400 mt da un limpido mare, dove si accendono mille luci colorate, il cielo si veste di fuochi d’artificio e scorre musica a fiumi. Con la Festa in onore della Madonna dell’Annunziata a Castro iniziano ufficialmente le vacanze nel Salento dei due mari. Musica da ballare tutte le sere con la pizzica nelle piazze, bere buon vino, degustare prodotti tipici e divertirsi nella magica primavera - estate 2017.

Ad aprire le danze è proprio Castro, sul Mar Adriatico. Il 23, 24 e 25 aprile di ogni anno ricorre la...

Leggi tutto ...

colori su seta a Courmayeur

 

165 MUMONT 201615572IL “FOULARD DELLE MONTAGNE” FINO AL 3 SETTEMBRE 2017

INAUGURATA A COURMAYEUR LA MOSTRA CHE RACCONTA UN’ICONA DI STILE

 A CURA DEL

MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA di TORINO

Dettaglio elegante, acconciatura esotica, “must have” di ogni diva hollywoodiana, o perfino bandana rock’n roll: a ciascuno il suo foulard, "il tocco finale di una mise", come lo definiva Christian Dior.Una incredibile carrellata di immagini e sei pregiati carré Hermès dedicati  il Foulard Monte Bianco, in tiratura limitata, una sezione dedicata alle star degli ultimi decenni, da Frida Khalo a Sarah Jessica Parker, passando per Audrey Hepburn, celebrate attraverso il loro accessorio simbolo, il...

Leggi tutto ...

La Dea Athena al MUAC Museo archeologico Castro

 

Dall’età del Bronzo al periodo messapico, passando dai Romani e bizantini. Un gioiello con vista mare da busto minervavisitare

 

Riaperto nell’estate 2016, dopo una completa ristrutturazione, il nuovo Museo Archeologico di Castro non smette di promettere sorprese. Del resto la bella cittadina salentina sorge su un’area che custodisce importantissime testimonianze del passato. L’allestimento, curato da esperti sotto la supervisione della Soprintendenza di Taranto, si sviluppa ormai su tutto lo spazio interno del suggestivo Castello aragonese .
Il museo nasce nel 2009 come piccola esposizione per raccogliere i primi rinvenimenti di quegli anni in una ridotta saletta intorno al famoso bronzetto della dea...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....