CIVITAVECCHIA SI APRE ALLA CUCINA COREANA

L'OFFICINA DEI SAPORI DI JIN FENG 

jin feng 

Dalla millenaria cucina cinese, al sushi made in Japan fino al barbecue coreano guarnito dall'immancabile kimchi.

L'offerta dell'Officina dei Sapori di Jin Feng, trentennale ampio locale del lungomare di Civitavecchia, si è ampliata alla cucina della Corea del Sud che sta suscitando notevole interesse tra gli appassionati dell’etnico e dell'esotico.

In questo tempio del gusto senza confini un intero piano è stato riservato a questo cibo di una tradizione altrettanto millenaria. Molti i piatti a base di ingredienti comuni ad altre cucine asiatiche che qui prendono una forma e una procedura di cottura particolare, dal riso alle verdure fino alla carne che viene apprezzata soprattutto grigliata al tavolo e guarnita di salse. Il vero protagonista è proprio il barbecue, con la sua brace ardente e le eleganti cappe aspirafumo in rame. Pollo, manzo, calamari, gamberi, ma anche funghi, bambù e zucca sono pronti da cuocere e sono proprio i jin feng 1commensali a gestire la cottura alla brace secondo il gusto personale. 

 Elevato il numero di contorni, a cominciare  dal kimchi, il piatto più famoso e diffuso della Corea, diventato nel 2013 Patrimonio intangibile del'Umanità, grazie al riconoscimento Unesco. E’ fatto con cavolo fermentato a cui vengono aggiunte spezie e peperoncino. Ne esistono ben 300 versioni elaborate negli ultimi 2.000 anni. 

E’ molto consumato anche per  i suoi benefici per la salute e per le proprietà antitumorali dovute alle dosi massicce di vitamine A, B e C, di minerali e di lactobacilli. La fermentazione può durare un giorno, oppure anche anni, aumentando ovviamente la complessità dei sapori. Ma sul tavolo arrivano anche ciotole di alghe, cetrioli, germogli di soia, noccioline tostate e rapa bianca. Da provare il  Noumi, riso con carne, uova, arachidi e cipolline servito in una ciotola di pietra, dove è stato cotto. Nella stessa ordinazione che si può fare dal tablet presente in ogni tavolo, possono essere chiesti piatti di altre cucine. E' possibile fare anche un’incursione italica con arrosticini abruzzesi, una cinese con involtini primavera oppure  con un nagiri giapponese. Sì, perchè li porteranno subito dagli altri due ristoranti dell’Officina dei sapori: quello della tradizione italiana  e quello asiatico.

Viale della Repubblica, 12 - Civitavecchia (Roma) -tel0766 27975 info jinfeng.it 

 
 
Mariella Morosi

Cerca

In Rete con ....