Olimpiadi 2026 a Milano-Cortina

per la Coldiretti "Grandi opportunità anche per il nostro patrimonio agroalimentare"

fotolivignoLosanna, sede del Comitato Olimpico Internazionale e a seguito del suo pronunciamento positivo, conferma che Milano-Cortina sarà la sede dei Giochi Olimpici Invernali nel 2026, con gare che si effettueranno tra Lombardia e Veneto.
Non solo il Veneto e la Lombardia sono soddisfatte ma anche le province di Bolzano e Trento:ad Anterselva si svolgeranno le gare di biathlon; A Baselga di Piné le
competizioni di pattinaggio di velocità. E a Tesero lo sci nordico. A Predazzo è previsto il salto con gli sci.

A seguito del pronunciamento positivo del CIO, anche la delegazione livignasca presente - insieme alle Autorità e i vertici dello sport italiano al Tech Convention Center di
Losanna - esprime tutta l'emozione e la soddisfazione per il verdetto tanto atteso, che riporta le Olimpiadi della neve in Italia dopo l'esperienza di Torino."Il nostro sognofotolivigno2
è diventato realtà: grazie alla collaborazione di tutti gli attori coinvolti, a livello nazionale e locale, oggi possiamo affermare con certezza che Livigno nel 2026 ospiterà le Olimpiadi Invernali." – ha dichiarato il Sindaco di Livigno Damiano Bormolini.
Oltre alle gare di Snowboard e Freestyle, il Piccolo Tibet ospiterà anche il Villaggio Olimpico. Accanto alla qualità delle piste e degli impianti già esistenti, sono stati anche l'occhio di riguardo alla sostenibilità e i progetti per lo smantellamento e il riutilizzo delle infrastrutture che verranno realizzate appositamente per i Giochi a orientare il Comitato Olimpico verso la conferma della candidatura italiana. "E' una sfida che non ci fa paura, perché abbiamo già lavorato tanto per ottenere questa conferma e perché in fondo la 'Livigno Olimpica' è un traguardo scritto da sempre nel nostro DNA." – conclude Bormolini.
"Penso di potere affermare, a nome di tanti miei colleghi, la soddisfazione e l'emozione di potere aspirare, tra qualche anno, a vivere una Olimpiade a casa, in Italia e sulle stesse piste dove ogni anno torniamo ad esercitarci."conclude Michela Moioli, medaglia d'oro di Snowboard cross nel 2018 a Pyeongchang."La decisione del CIO premia gli sforzi
di un'amministrazione e di un team compatto e pieno di energie, spero di poterci tornare da protagonista anche nel 2026."


Per gli appassionati del grande sport e per tutti gli accompagnatori e turisti che arriveranno, le Olimpiadi rappresentano e rappresenteranno anche 1.500 chilometri del gusto,
soltanto in Lombardia. È quanto afferma la Coldiretti regionale, commentando positivamente l’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 a Milano e Cortina.

"I giochi olimpici – spiega la Coldiretti Lombardia - rappresentano un’ulteriore opportunità per far conoscere la qualità e la distintività dei prodotti agroalimentari
dei nostri territori, che possono contare su veri e propri itinerari certificati dedicati alle tipicità della tavola: dalla Strada del Vino e dei Sapori della Valtellina
a quella delle Valli Varesine, dalla Valcalepio al Garda, dalla strada del gusto cremonese a quella dedicata ai prodotti mantovani, fino
ai percorsi nel Lodigiano e nell’Oltrepò Pavese.

A queste - continua la Coldiretti – si aggiunge la rete dei 1.688 agriturismi, di cui oltre mille offrono la possibilità di mangiare i piatti della tradizione conservati
da generazioni nelle campagne e preparati dagli agrichef, i cuochi contadini che cucinano i prodotti da loro stessi coltivati e realizzati. Le Olimpiadi Invernali 2026
conclude la Coldiretti regionale – sono anche un’occasione per promuovere, soprattutto tra i più giovani, l’importanza di un’alimentazione completa ed equilibrata che,
unita alla pratica sportiva, è alla base di uno stile di vita corretto e salutare".

La Redazione

Cerca

In Rete con ....