IL LUGANA PARLA TEDESCO

 

Il Consorzio sarà protagonista di ben 4 eventi in una settimana a Monaco, Amburgo e Vienna. Tiene l’export in Germania ma cambia la domanda

Bottiglie

 Gli impegni internazionali del Lugana ripartono dalla Germania. Non poteva essere altrimenti per la DOC che da sempre vede i tedeschi come i maggiori appassionati al mondo e che esporta nei paesi di lingua germanica circa il 40% del totale della produzione. A partire da lunedì 7 settembre, per una settimana, il Consorzio sarà protagonista di 4 appuntamenti che faranno tappa ad Amburgo, Monaco e Vienna.

“La scelta di focalizzarsi sul mercato interno e sul centro Europa è dettata non solo dagli evidenti limiti imposti agli spostamenti internazionali, ma dalla effettiva potenzialità che risiede nei mercati di prossimità che hanno dimostrato, negli anni, una grande continuità e fidelizzazione – afferma il Direttore del Consorzio Andrea Bottarel –. E’ necessario continuare a presidiare i mercati esteri, intercettando i mutamenti in atto anche in paesi come la Germania, mercato storicamente “conservatore”, molto orientato al valore e a prezzi convenienti, dove invece si registra un'accelerazione alla tendenza verso marchi più ambiziosi e rivolti al consumatore, promossi sui social media e venduti attraverso l’ e-commerce, come emerge da una recente indagine di Wine Intelligence. Abbiamo perciò bisogno di innovare la...

Leggi tutto ...

IL TURISMO DEL VINO RIPARTE CON LA "TERAPIA DEL PAESAGGIO", TREKKING NELLE VIGNE E DEGUSTAZIONI CON PANORAMA

 

Più cantine aperte nei weekend ed in pausa pranzo, prevalentemente su prenotazione, per non perdere nessuna occasione di godere al meglio la vacanza da winelover

cantine delcolle04

Sarà un’occasione per ripensare il modo di fare turismo del vino, più organizzato e meno last minute. Ma certamente non meno emozionante. L’emergenza Covid-19, secondo un’indagine condotta dal Movimento Turismo del Vino in Italia, ha picchiato duro contro il turismo enogastronomico, ed in particolare con le cantine, che nell’87% dei casi si sono dichiarate molto danneggiate soprattutto in termini di vendita (91%) e di presenze dirette in cantina. Il settore enoturistico dunque, appare come uno dei più colpiti (84%)...

Leggi tutto ...

Premio “Miglior Vino d’Italia” al Ben Rye 2017


Antonio Rallo Donnafugata a Pantelleria ph FabioGambina

Per il terzo anno consecutivo Luca Maroni premia il Passito di Donnafugata. Antonio Rallo: “Un riconoscimento al Ben Ryé figlio della viticoltura eroica di Pantelleria”.

 

benrye Ancora una volta Ben Ryé e la viticoltura eroica di Pantelleria salgono sul podio più alto. Luca Maroni, tra i più autorevoli critici enologici italiani, premia infatti per il terzo anno consecutivo il Passito di Pantelleria di Donnafugata col punteggio di 99/100.

Secondo “L’indice di piacevolezza” di Maroni, il Ben Rye 2017 si classifica come “Miglior Vino d’Italia” nella sua categoria. Il massimo riconoscimento è stato attribuito solo ad una ristretta cerchia di vini (di...

Leggi tutto ...

Verona In Love con il Chiaretto

Il Chiaretto doc Vigne Alte di Zeni1870 protagonista a Verona

  per il festival degli innamorati che proietta la città in tutto il mondo
chiaretto verona
Si potrebbe ribattezzare il “vino dell’amore”, per il suo colore rosato, l’eleganza e la freschezza. Anche per questo il Bardolino Chiaretto doc Vigne Alte di Zeni1870 è stato scelto tra i vini che accompagnano i momenti romantici per tutti gli innamorati che giungeranno a Verona in occasione di Verona In Love - Se ami qualcuno portalo a Verona 2020, il festival che raduna a Verona nella settimana di San Valentino migliaia di innamorati provenienti da ogni parte del mondo.
Per l’intera durata della manifestazione in corso a Verona (dal 12 al 16...

Leggi tutto ...

UN’INTESA PER LA TUTELA E LA VALORIZZAZIONE DEL SETTORE VITIVINICOLO BIOLOGICO ITALIANO

FEDERBIO E UNIONE ITALIANA VINI INSIEME

Sarà avviata una consultazione sulle tematiche relative al vino biologico nell’ambito di un Tavolo Tecnico di UIV che verrà convocato per esaminare e approfondire questioni di comune interesse.

 Proteggere e migliorare l’ambiente: questo l’obiettivo primario della partnership appena firmata tra FederBio, la Federazione nazionale che da oltre 27 anni tutela e valorizza l’agricoltura biologica e biodinamica in Italia, e UIV, Unione Italiana Vini, la più rappresentativa associazione del settore vitivinicolo nazionale.

 

Conservare e incrementare la biodiversità vegetale anche attraverso l’ottimizzazione del “Made...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....