Vino, Vinventions: mercato stabile in Europa, Italia in crescita


 Nonostante un contesto difficile  2,8 miliardi di tappi venduti nel 2020, ai livelli del 2019 

tappi Viven

2,8 miliardi di chiusure vendute nel 2020, grazie in particolare a Italia, Francia, Germania e Argentina, oltre a una solida performance negli Stati Uniti. Vinventions, leader in soluzioni di chiusura per vini, ha mostrato risultati di vendita stabili con un fatturato sostanzialmente in linea con il 2019, ma con un EBITDA in crescita (+ 2,5%). Una performance degna di nota alla luce dell'impatto della crisi sanitaria sul mercato del vino.

Europa: un mercato stabile

Con oltre 1,9 miliardi di chiusure vendute in Europa nel 2020, Vinventions ha realizzato volumi di vendita in linea con il 2019 (-0,1%), nonostante la crisi sanitaria che ha scosso il continente nel 2020. Considerato che le vendite di vino sono diminuite mediamente del 10% in termini di volume e dal 15 al 20% in termini di valore sui principali mercati (fonte: OIV sulla base dei dati doganali, 2020), per Denis Van Roey, CEO del gruppo Vinventions, si tratta di "una solida performance che riflette la resilienza e premia le nostre operazioni e gli sforzi di tutti i nostri team di produzione e vendita, che hanno mantenuto il nostro eccellente servizio, rendendo possibile rassicurare i nostri clienti europei, in particolare in Italia e Germania, dove abbiamo registrato la crescita annuale più forte del gruppo in Europa”.

Italia in crescita

Con 465 milioni di tappi in totale, l’Italia...

Leggi tutto ...

Continuano gli appuntamenti online dai Musei Civici di ROMA

 dal 2 al 9 marzo 2021

Con i tuoi occhi MdRomaaMICi online continua sulla piattaforma Google Suite con l’appuntamento Con i tuoi occhi dal Museo di Roma, il 3 marzo alle 16.00, un dialogo a più voci davanti a un quadro delle collezioni del Museo dove il protagonista è il pubblico, utilizzando il metodo dialogico che consente di amplificare la visione ravvicinata, fino a cogliere particolari del dipinto, impossibili da vedere dal vivo. A cura di Fulvia Strano. Numero partecipanti: 40.

La collezione di conchiglie del Marchese di Monterosato dal Museo Civico di Zoologia, il 4 marzo dalle 16.00, a cura di Massimo Appolloni. Tommaso Allery di Maria, Marchese di Monterosato, dedicò tutta la sua vita a raccogliere e studiare gli esemplari della sua enorme raccolta. L’incontro sarà l’occasione per ripercorrere la sua storia, e capire l’importante contributo scientifico che la sua collezione ha dato e continua a dare a chi si occupa di studi sistematici, oltre che a conoscere le vicende che hanno portato la collezione al museo di Roma nel 1942. Numero partecipanti: 50.

Per partecipare è necessario prenotarsi chiamando lo 060608. Si accede alla piattaforma con il link che sarà inviato tramite e-mail.

Nuovi appuntamenti con #Museiaperti: il racconto in diretta dei Marmi Torlonia ai Musei Capitolini, ciclo di dirette Facebook dai Musei Capitolini dedicato a diversi temi connessi alla splendida mostra I Marmi Torlonia. Collezionare...

Leggi tutto ...

8 Marzo: per Zeni1870 le “mimose sono rosa”


zeni rosèLa storica cantina di Bardolino omaggia la figura della donna con una degustazione sensoriale in bottaia pensata per raccontare, attraverso ogni singolo calice, ingegno, stile e personalità di tante donne che si sono distinte nel corso di cinque decadi, dagli anni ’70 fino ai giorni nostri

Sarà un’iniziativa dai toni decisamente rosa, ispirata alla femminilità e a tutte le sue interpretazioni, quella che si appresta a lanciare Zeni1870, storica winery boutique di Bardolino, in occasione della festa della donna il prossimo 8 marzo.
Con la degustazione sensoriale “Gli anni più rosa della nostra vita” la cantina propone, all’interno della bottaia, un viaggio trasversale tra decadi differenti dove la donna è protagonista in primo piano per ingegno, stile e personalità.
I cinque rosati di casa Zeni, a cui è dedicato il prezioso cofanetto che riprende le differenti nuance del rosa, si potranno degustare con la calma e la giusta atmosfera che solo il luogo di origine sa regalare: il cuore della cantina, la bottaia. Con un semplice colpo di click gli amanti della lentezza potranno così prenotare questo viaggio esperienziale che, nella penombra e nel silenzio, si propone di raccontare l’evoluzione della donna proprio a partire dal vino.

bottiglie zeni rosa
Cinque rosati di differente interpretazione dunque per altrettante donne dalla marcata personalità, lungo il corso di cinque decadi:
1970 - Chiaretto...

Leggi tutto ...

A “Buongiorno Benessere " sua maestà il carciofo

Il Carciofo di Paestum IGP è il re di “Buongiorno Benessere "  in onda il 20 febbraio su Rai1

Emilioferrara

Alle ore 10.25 di sabato 20 febbraio su Rai1, “Buongiorno Benessere”, il programma di medicina e salute condotto da Vira Carbone si parlerà del Carciofo di Paestum IGP ecotipo delle terre di Paestum e del Sele.

Proprio nei campi della Piana del Sele la troupe del programma di Rai1 dedicato allo stare bene - tra i capolini de “il tondo di Paestum” come comunemente viene definito dagli autoctoni, - ha intervistato l’agronomo di Terra Orti Dott. Andrea Esposito e il nutrizionista Emanuele Alfano.

Le qualità salutari del carciofo di Paestum IGP sono di grande interesse per la medicina: note sono le proprietà drenanti e purificanti, unite all’alto valore nutrizionale delle vitamine A e D, oltre che dell’importante contenuto di calcio.

È molto apprezzato sia nella cucina tradizionale per la vasta e consolidata conoscenza nella consuetudine culinaria locale, sia nella cucina innovativa per le sue interessanti caratteristiche di forma e gusto.

“Il Carciofo di Paestum IGP, tutelato grazie allo specifico consorzio istituito nel 2012 - commenta il Direttore del Consorzio del Carciofo di Paestum IGP Emilio Ferrara - è un ecotipo di grande rilevanza per le aree interessate alla sua produzione. Il fatto che un...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....