IN BICICLETTA NELLA TERMENLAND STIRIANA


ciclisti in stiria

Cuore verde”, così è anche denominata la Stiria. Boschi, prati e dolci colline caratterizzano il paesaggio. In termini di superficie è il secondo Land dell’Austria. La Termenland Stiriana, a sudest del capoluogo Graz, è l’ideale per gli amanti della natura e per chi ama le vacanze attive, dalle escursioni alle passeggiate, al jogging e golf. Ma il gusto di pedalare, il ciclismo sia agonistico che amatoriale, è il vero e naturale trionfo di questo territorio.
Andare in bicicletta è fra le attività motorie più naturali nella Termenland Stiriana e dopo le pedalate si possono distendere i muscoli in una delle sei stazioni termali. L’ospite ha a disposizione 14 piste ciclabili dedicate ai temi più diversi. Per i buongustai, per esempio, c’è il nuovo “Feinspitz-Tour”, lungo ca. 21 km. In totale sulle ciclabili della Termenland si possono percorrere circa 3.000 chilometri, concedendosi il piacere di gustare le specialità locali. I ciclisti possono spingersi oltre frontiera con il “Murauen-Tour”, che da Bad Radkersburg raggiunge la Slovenia attraverso il secondo maggior ambiente fluviale d’Austria.
Un interessante pacchetto è il “FarbenFroh” (allegria di colori) che comprende: 3 notti in camera comfort con 1° colazione,1 ingresso diurno e 1 serale alle Terme Rogner Bad Blumau, un impacco a scelta (Aphrodite, vinaccia, talasso, sambuco), 1 buono consumazione per il Comune termale di Bad Blumaum una mappa cicloturistica della zona della Termenland Stiriana, a partire da Euro 150...

Leggi tutto ...

Il fregio della Villa medicea


villamediceaUna sala tutta dedicata al fregio di Villa Ambra di POGGIO A CAIANO


Il fregio della Villa medicea avrà una sala tutta sua, che ne esalterà lo splendore e la raffinatezza. L’inaugurazione del nuovo spazio si è svolta il 3 marzo 2012. Una giornata importante per la valorizzazione di Villa Ambra che per l’occasione, insieme al Museo della Natura Morta, resterà aperta al pubblico gratuitamente fino alle 22.30 (ultimo accesso alle 22).
La nuova stanza si chiamerà Sala del fregio perchè ospiterà la bellissima terracotta invetriata proveniente dalla facciata, celebre opera del periodo laurenziano del 1490 circa. A fare da cornice al prezioso fregio, l’arazzo con “La caccia al cigno” tessuto da Benedetto Squilli su disegno di Alessandro...

Leggi tutto ...

Polonia più vicina a Bologna

cracovia Cracovia, Wroclaw e Katowice, tre importanti città polacche, sono collegate con Bologna da diversi voli regolari operati dalla compagnia aerea Ryanair.
Un’ opportunità di rilievo per le tre città polacche, ma anche per Bologna e le emiliane limitrofe (Modena, Ferrara e Reggio che non possiedono uno scalo aereo).
Cracovia è una delle città europee più conosciute, ricca di monumenti ed opere d’arte, senza contare le imponenti strutture ricettive nei dintorni e gli stabilimenti termali. Wroclaw (Breslavia) è anch’essa una meta d’interesse culturale storico, ed il suo Teatro dell’Opera è gemellato con il Comunale di Bologna ed infine Katowice, un interessante polo industriale. Le tre città polacche rappresentano però anche un bacino di...

Leggi tutto ...

L’EGITTO PRONTO ALLA RIPRESA


Determinato a tornare a fare i numeri del passato in termini di turisti, l’Egitto si è presentato alla Bit 2012 con grande forza e energia. A portare un messaggio positivo per il futuro è stato Mounir Fakhri Abdel Nour, Ministro del Turismo egiziano, che ha riunito operatori e stampa nel corso di un incontro svoltosi al Principe di Savoia di Milano. Il 2012 si apre quindi all’insegna dell’ottimismo e di importanti progetti. «Guardiamo avanti con fiducia e determinazione. Il nostro obiettivo primario è difendere il processo democratico del nostro Paese – ha dichiarato il ministro Abdel Nour – La nostra ambizione è arrivare al 2017 con circa 30 milioni di turisti aumentando la capacità degli aeroporti, dei porti e degli hotel».
...

Leggi tutto ...

Voglia di cultura nei giovani

colosseo                     COLOSSEO IL MONUMENTO PREFERITO
Musei e beni culturali? Sì grazie. 3-4 volte l’anno, insieme ad amici. E sempre durante un viaggio. E’ questo il quadro che emerge dal sondaggio ‘Giovani & Cultura’ realizzato da CTS (Centro Turistico Studentesco e Giovanile) che, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed in occasione della Settimana della Cultura 2010 , ha voluto fare il punto sulla fruizione tra i giovani del patrimonio storico-artistico.
Sembra essere l’interesse personale, lo studio o l’interesse generale per la località in cui si trova il bene culturale la motivazione che spinge i ragazzi ad avvicinarsi al monumento e per oltre la metà del campione viene visitato con gli amici...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....