L’AZIENDA AGRICOLA DUCA DI DOLLE VINCE LA SFIDA DEL BIO

CON IL VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE DOCG BRUT E CON L’EXTRA DRY

 azienda duca di dolle

 

L’impegno di convertire al biologico 10 ettari di vigneto in una zona a grande vocazione come quella del Prosecco Docg è stato preso fin dall’inizio dalla famiglia Baccini, i  nuovi titolari di Duca di Dolle. Nei complessivi 22 ettari,  in località Rolle di Cison di Valmarino (TV) la presenza di frutteti, prati e boschi consente infatti di praticare una viticoltura a bassissimo impatto ambientale, certificata biologica. Inesistente anche l’eventualità di effetti dei trattamenti più invasivi effettuati in altre aree del territorio. Il gradimento dimostrato al recente Vinitaly di Verona per le due etichette Docg frutto di questa coraggiosa conversione, il Valdobbiadene Prosecco superiore Brut e il Vadobbiadene Prosecco Superiore Extra Dry ha dimostrato come il biologico possa dare la massima qualità e come nello stesso tempo sia cresciuta nei consumatori la percezione di una scelta virtuosa e rispettosa delle risorse della terra.

La tenuta Duca di Dolle ha una storia antica. Tra i primissimi punti del FAI per la salvaguardia del paesaggio, l’edificio adibito a resort era un convento di origine medioevale di monaci camaldolesi. Perfettamente conservati restano il portale d’ingresso e le arcate del chiostro. Come avvenuto in altri luoghi,  fu la comunità monastica a imporsi nella tradizione vitivinicola tanto da rendere l’eremo un punto di riferimento per il Veneto. La storia continua: dopo l’acquisizione da parte della famiglia Brandolini, nella prima metà del secolo scorso  la proprietà passò al “poeta contadino” Nino Mura, che, tra gli anni ’50 e ’60 amava organizzare incontri conviviali con amici artisti e letterati, come Giovanni Comisso e Andrea Zanzotto. Nel 1974 infine subentrarono i Bisol, dell’omonima famosa azienda vitivinicola. Oggi i Baccini hanno potenziato il percorso verso l’eccellenza e la sostenibilità con una cura attenta del vigneto. La raccolta è manuale e la selezione delle uve scrupolosa. A partire dall’annata 2012 è stata adottata la vendemmia a temperatura controllata, con il trasporto con mezzi refrigerati per evitare che si inneschino fermentazioni indesiderate. Si tratta di una tecnica di vendemmia essenziale per preservare le caratteristiche organolettiche dell’uva mantenendole nel successivo processo di vinificazione. Il processo chiamato criomacerazione consente di estrarre gli aromi primari dell’uva presenti nella parte interna della buccia e di ottenere profumi più intensi, fruttati e definiti. La produzione è limitata, circa 26.000 bottiglie all’anno, che oltre alle due etichette presentate al Vinitaly-Bio 2014, il Prosecco Brut e l’Extra Dry, comprende anche lo Spumante Docg Rive di Rolle Brut Cuvèe, un vero e proprio Cru aziendale, prodotto in serie numerata e limitata a 6.000 bottiglie a partire da un singolo vigneto (“riva” nel dialetto locale) vecchio di oltre 50 anni. A partire dall’annata 2013 sarà anch’esso certificato biologico. Completa la gamma dei vini Duca di Dolle lo Spumante Superiore di Valdobbiadene DOCG Cartizze, prodotto in un ettaro di vigneto aziendale a Santo Stefano di Valdobbiadene, zona storica della Docg Cartizze, unica referenza non biologica dell’annata 2013. Anche questo vigneto è condotto con metodi a basso impatto ambientale. Si tratta di un Cartizze unico nel suo genere, con un residuo zuccherino bassissimo (5 g/l) che lo fa rientrare nella categoria Brut, mentre solitamente il Cartizze è proposto in versione Dry con un residuo zuccherino tra i 17 e i 32 g/l. Il percorso di qualità intrapreso nel 2011 dalla famiglia Baccini prevede come fondamentale obiettivo, nel 2016, quello di avere una propria cantina. Per ora si affida a tre aziende del territorio, selezionate in base alle proprie esigenze e ai propri valori di qualità. Il Relais Duca di Dolle è un agriturismo di charme con 13 alloggi e la ristrutturazione ha rispettato l’impianto del cinquecentesco eremo camaldolese pur dotando la struttura di ogni comodità.Nel giardino terrazzato con vista sui colli ci sono una piscina e un’originale vasca idromassaggio ricavata da una tinozza in legno che consentono un relax speciale.A disposizione degli ospiti anche biciclette per escursioni e corsi di cucina veneta. Non solo sui vini il gradimento è scontato: anche i salumi sono eccellenti, come quello che viene prodotto nella tenuta. E tutto ciò che può essere gustato per il breakfast e gli spuntini è fatto in casa: dai dolci alle marmellate fino al pane e ai grissini. L’ideale sarebbe un’immersione totale nel bello e nel buono di Duca di Dolle, ma per gli appassionati di bollicine davvero speciali i vini ora sono a portata di click, grazie ai vantaggi dell’e-commerce. Tre le etichette disponibili, cliccando su www.proseccobrut.it: Il Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Brut, l’Extra dry e il Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg “Cuv” Spumante Brut Cuvée.

M.Morosi

Cerca

In Rete con ....

Visita il sito!
Visita il sito!