A cena con lo Chef. Dietro le quinte del ristorante DolceVita Lindenhof

Tutto reale e senza finzioni. Chef’s Table arriva anche nella cucina del ristorante del DolceVita Hotel Lindenhof****s in Val Venosta per offrire agli ospiti un modo di cenare, che diventa sempre più famoso, alla “Gordon Ramsey”, celebre Chef scozzese del noto programma televisivo.

Osservare i cuochi destreggiarsi tra le pentole, essere serviti personalmente dal proprietario e Sommelier dell’hotel Joachin Nischler e scoprire cosa avviene dietro le quinte è la nuova esperienza divertente proposta. Lo Chef Andreas Pircher e il suo staff mostreranno le caratteristiche del menu e saranno a disposizione per rispondere a tutte le domande dei loro ospiti. Trattasi di pietanze di alta cucina e in piccole porzioni in modo da poter gustare anche l’ultimo piatto. Sono preparati rigorosamente con prodotti tipici locali e serviti con buon vino della cantina del DolceVita Hotel Lindenhof. Oltre 500 i vini di proprietà dell’hotel, la maggior parte altoatesini ma provenienti anche da altre parti d’Italia, dalla Francia, dall’Austria e dalla Germania. Chef’s Table può essere prenotato da due o quattro persone al massimo e i giovani devono avere almeno 16 anni.  Il DolceVita Hotel Lindenhof è Hotel gourmet. Ogni giorno lo Chef e il suo team si cimentano con improvvisazioni e novità per il palato. Come gli altri Hotel DolceVita il Lindenhof si avvale della formula Give me five – Dine Around, ossia la possibilità di scegliere per la cena uno dei ristoranti dei 5 top Hotel DolceVita.

...

Leggi tutto ...

Di scena il Parco Naturale Regionale “ Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e bosco di Tricase”

profotti del parco del salento le bellezze naturalistiche ed ambientali e le eccellenze agroalimentari del territorio

Nell’ambito del progetto “Primavera nel Salento, natura e città d’arte”, patrocinato dalla Provincia di Lecce , assessorato al turismo e al marketing territoriale”, l’Ente Parco ha ospitato un Eductour con rappresentanti di varie testate nazionali presentando un progetto allo scopo di destagionalizzare i flussi turistici. Il messaggio, forte e chiaro, è che il Salento è bello da vivere non solo d’estate, ma anche e soprattutto in bassa stagione, quando la natura mostra i suoi colori più belli.
Il Parco Naturale Regionale “Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e bosco di Tricase” è un grosso patrimonio naturalistico in cui è possibile rilanciare un turismo...

Leggi tutto ...

Selenella: la patata al selenio festeggia 10 anni

  L’Emilia-Romagna con circa 4mila 500 ettari coltivati ed una produzione di circa 1 milione e 800mila quintali di prodotto, concentrata per oltre la metà in provincia di Bologna, è uno dei principali produttori di patate a livello nazionale. Un polo di eccellenza, dunque, non solo sul piano quantitativo, ma anche qualitativo, come confermano la presenza sempre a Bologna della Borsa Patate, del Consorzio delle Buone Idee detentore del marchio “Selenella” e del Consorzio per la patata di Bologna DOP. Il Consorzio delle Buone Idee, in particolare, raggruppa 14 imprese specializzate nella commercializzazione e le 2 associazioni di produttori di patate di Bologna (Appe e Assopa).

Scoperto nel 1817 il selenio, chiamato così in onore di Selene...

Leggi tutto ...

Le Virtù teramane? Si fanno così

 Oltre venti ristoratori della provincia propongono l’antica ricetta del mese di maggio

 Fave e piselli freschi; fagioli e lenticchie tra i legumi secchi; bietola, indivia, lattuga, borragine, cicoria e spinaci; carne di manzo macinata, pasta mista di grano duro. Ed erbe aromatiche. Sono i principali ingredienti di questo piatto, che per tradizione si prepara nella città di Teramo il I maggio, stabiliti da un disciplinare sottoscritto dal neo costituito Comitato “Le Virtù teramane”. Dodici esperti del settore hanno stilato un rigido elenco di ingredienti e di modalità di ricerca e preparazione, che attualmente è al vaglio della Regione per la sua registrazione nell’Atlante dei prodotti tradizionali Abruzzo, in modo da ottenere una unica...

Leggi tutto ...

CIOCCOLATI D’ITALIA: NASCE IL MARCHIO D’ECCELLENZA DEL CIOCCOLATO ARTIGIANALE

cioccolati d’italia L’iniziativa presentata a Roma dal presidente dell’Unioncamere

Nessuno resiste al cioccolato, e i sensi di colpa sui rischi che corre il girovita vengono rapidamente spazzati dalle assicurazioni dei medici sui benefici per la nostra salute di antiossidanti flavonoidi, procianidina, polifenoli e altri termini misteriosi sulla cui efficacia non osiamo dubitare. La grande industria si ispira spesso, se non addirittura imita, il cioccolato artigianale, espressione di una identità territoriale e di tradizioni spesso secolari. E’ il caso del cioccolato di Modica, fatto senza concaggio, come lo facevano gli Atzechi, o quello  o  quello di Cuneo- chi non conosce gli squisiti cuneesui al rum- oppure quello confezionato dagli artigiani di...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....