IN TORREFAZIONE PER SCOPRIRE COME NASCE IL BUON CAFFÈ

 

La storica azienda trevigiana Goppion apre le porte al pubblico per raccontare il processo che porta il caffè dal chicco da tostare alla tazzinaFamiglia Goppion 1

tazzinagoppion Dal chicco alla tazzina: Goppion apre le sue porte per un appuntamento dedicato agli amanti del caffè. Mercoledì 13 febbraio 2019 si terrà  In torrefazione, evento dedicato ai consumatori durante il quale la storica azienda di Preganziol, in provincia di Treviso, mostrerà al pubblico il processo di lavorazione del caffè.

Saranno due gli orari in cui sarà possibile visitare l’azienda: dalle 14.30 alle 16.30 e dalle 17.00 alle 19.00. Durante la giornata di apertura sarà possibile visitare la torrefazione e conoscere il ciclo produttivo, scoprendo tutti i segreti della tostatura del chicco e delle miscele. Una parte dell’evento sarà inoltre dedicata alla storia del caffè e alla sua diffusione. Denis Dzekulic, insegnante certificato SCA - Speciality Coffee Association - che da anni si occupa di formazione per Goppion Caffè sia in Italia che all'estero, svelerà invece tutti i segreti del buon caffè fatto con la moka. E poi due degustazioni guidate: una di caffè della varietà robusta e una della varietà arabica, nella nuova sala dedicata ai corsi inaugurata lo scorso dicembre.
La formazione è una parte fondamentale del nostro lavoro. Ci...

Leggi tutto ...

Il Castello di Padernello da visitare in LIS

 

padernello1Visite guidate in Lingua dei Segni Italiana tra le meraviglie del maniero quattrocentesco che si erge nella Bassa Bresciana

Un ponte levatoio scende sul fossato e si apre un mondo di meraviglie. Sono i preziosi ambienti di epoche diverse e opere d’arte racchiusi nell’autentico scrigno di poesia che è il Castello di Padernello, maniero quattrocentesco che troneggia nella campagna della Bassa Bresciana. Un tesoro di arte, cultura e storia, ma anche un esempio virtuoso di economia circolare, che è accessibile a tutti, in particolare alle persone sorde e agli udenti segnanti. Per questo, in alcuni giorni – il 9 febbraio, il 9 marzo, l’11 maggio, l’8 giugno, il 7 settembre e il 12 ottobre 2019 – il viaggio nel Castello di Padernello è in Lingua dei Segni Italiana.

L’operatrice culturale museale Silvia Moretti conduce visite guidate in LIS nel percorso dominato da soffitti affrescati, cucine quattrocentesche, biblioteche, la sala da pranzo di gustopadernello ottocentesco, le riproduzioni fotografiche delle opere del pittore Giacomo Ceruti, le storie antiche che animano questo maniero con il vicino borgo agricolo. Gli orari delle visite guidate in Lingua dei Segni Italiana sono, nelle date prestabilite, dalle 15.00 alle 17.00, ma è possibile richiederle anche in altri giorni dell’anno. La prenotazione è obbligatoria. Il biglietto d’ingresso costa 7 euro a...

Leggi tutto ...

Sanpa e Cotarella: “Ventanni” di amicizia e solidarietà

 

Sanpa VINO VentanniUna nuova etichetta per celebrare il profondo legame che unisce l’enologo

Riccardo Cotarella ai ragazzi di San Patrignano

Vent’anni  fa Riccardo Cotarella arrivava per la prima volta a San Patrignano chiamato per aiutare i ragazzi della comunità a concretizzare un sogno: trasformare la cantina in una produzione vitivinicola di qualità, che potesse valorizzare ed esprimere l’identità di un territorio nel migliore dei modi. Una sfida rivoluzionaria che ha visto in due decadi trasformare gli impianti e il modo di concepire il vigneto e le tecniche di cantina.

Un percorso complesso che oggi la Comunità e Riccardo hanno voluto festeggiare con la creazione di un’etichetta chiamata con semplicità “Ventanni”, proprio a sottintendere la strada fatta insieme raggiungendo risultati concreti, ma soprattutto costruendo un legame profondo di amicizia, stima, affetto e sostegno reciproci. “Ventanni” è un Sangiovese 100% DOC Superiore che con il suo abbraccio aromatico avvolge l’olfatto e dona al palato una piacevole densità gustativa. Un vino perfetto per accompagnare salumi, primi, carni, formaggi.

Un’etichetta a tiratura limitata di 6.500 bottiglie che si aggiunge alle undici già in commercio tra bianchi, rossi e spumanti distribuiti in Italia e all’estero.

La Cantina di San Patrignano nasce come uno dei primi settori di formazione...

Leggi tutto ...

il raviolo unisce le culture gastronomiche italiana, egiziana e cinese

“Taste of Sunshine” a Il Cairo
 pooja chaudhary
Con "Taste of Sunshine", in corso a Il Cairo fino al 31 gennaio, lo scambio culturale e la conoscenza delle tradizioni, anche a tavola, può avvicinare i Paesi molto più che i formali rapporti diplomatici. E' l'obiettivo del Progetto Interaccademico a tema gastronomico " Il cuoco contadino sulla via di Marco Polo"che prende spunto dalla traversata del famoso mercante veneziano.
Il cibo ispiratore, comune al tante culture, è il Raviolo, piatto transnazionale e versatile che cambia consistenza, sapore e forma in base al luogo di produzione. Il fagottino di pasta ripiena in Italia si chiama “raviolo”, in Cina Jiaozi, in Egitto Sambousek” , in Turchia Manti, in Afghanistan Mantu” ed è presente – in forma, impasto, ripieno e cottura diversi – in tutti i territori attraversati dalla Via della Seta
Sul raviolo, sulle sue forme e su i suoi contenuti, è impegnato un team di cinque cuochi italiani  a stretto contatto con altrettanti cuochi cinesi, assistiti da giovani chef e studenti egiziani per apprenderne - working in progress - i segreti della preparazione. Taste of Sunshine si svolge all'Hotel Flamenco dell'Isola di Zamalek esclusivo distretto del centro della capitale egiziana  che occupa la parte nord dell'isola di...

Leggi tutto ...

Cerca

In Rete con ....